Domande frequenti

Che cosa è la chiropratica?

La chiropratica è una professione sanitaria primaria e autonoma che si occupa della salute dell’individuo in modo naturale e conservativo, senza utilizzare farmaci o chirurgia.

Quando e dove nasce la Chiropratica?

E’ una scienza clinica nata negli Stati Uniti nel 1895, grazie a Daniel David Palmer che, con un aggiustamento manuale, restituì l’udito a un uomo diventato sordo in seguito a un trauma alla spina dorsale.

Qual è lo scopo della Chiropratica?

La chiropratica sollecita la capacità innata dell’organismo di trovare e mantenere un equilibrio tra l’aspetto biochimico, l’aspetto strutturale e l’aspetto psicologico, fino a raggiungere una condizione di benessere totale. Lo scopo della chiropratica è di identificare ed eliminare le cause che portano alle sublussazione per poi favorire l’autoguarigione. E questo obiettivo viene perseguito senza l’uso di farmaci e senza l’impiego di trattamenti invasivi.

Che cosa sono le “sublussazioni”?

Secondo alla base della chiropratica esiste uno stretto legame tra la struttura della colonna vertebrale e il funzionamento del sistema nervoso, per cui qualsiasi alterazione biomeccanica che coinvolga la colonna può causare un’interferenza nella trasmissione dell’impulso nervoso, da cui può derivare un’alterazione dello stato di salute. Queste disfunzioni in chiropratica vengono definite “sublussazioni”.

Da cosa possono essere causate le “sublussazioni”?

Le sublussazioni possono essere causate da numerosi fattori come le posture scorrette, lo stress, la vita sedentaria, gli errori alimentari, il consumo di droghe, l’eccessivo consumo di alcol o di sigarette, che, indebolendo il sistema neuro-muscolo-scheletrico, lo privano dell’originario equilibrio.

Che problemi tratta il chiropratico?

La chiropratica tratta tutti i problemi correlati alla colonna vertebrale e alle articolazioni del corpo umano. Inoltre liberando la colonna dalle “sublussazioni vertebrali”favorisce il corretto funzionamento dell’organismo in generale.

Qual è la differenza tra chiropratica e osteopatia?

La chiropratica e l’osteopatia sono nate a fine 1800 negli Stati Uniti. Ci sono alcune somiglianze tra le due professioni, ma principalmente l’obiettivo del chiropratico è di rimuovere le interferenze dal sistema nervoso mentre l’osteopata basa la propria cura sul sistema circolatorio.
Il chiropratico (Doctor of Chiropractic) segue esclusivamente un corso di studio magistrale all’estero pari a quello di medicina inoltre, i chiropratici in Italia, sono tutti iscritti all’Associazione Italiana Chiropratici (AIC) seguendo corsi di aggiornamento obbligatori.
Le università di chiropratica sono solo ed esclusivamente all’estero, a oggi non esistono università di chiropratica in Italia.

Esistono invece in Italia numerosi corsi di osteopatia che variano molto tra di loro.

Come si diventa Dottore in Chiropratica?

Per laurearsi in chiropratica si deve necessariamente studiare all’estero e il corso di laurea ha una durata media di 5 anni.
In Europa le Università di chiropratica riconosciute sono presenti in Spagna, Francia, Gran Bretagna e Danimarca.
Al momento non ci sono università di chiropratica riconosciute in Italia.
La chiropratica è arte, scienza e filosofia e nel suo percorso di studi, oltre a materie di base come anatomia, fisiologia, patologia, nutrizione, radiologia e ortopedia, si studiano anche discipline cliniche come diagnosi chiropratica, tecniche di aggiustamento chiropratico e neurologia funzionale.

Quali tecniche sono utilizzate dal Dottore in Chiropratica?

Il trattamento chiropratico può consistere in aggiustamenti specifici della colonna vertebrale, tecniche pediatriche, tecniche neuro-funzionali, diverse tecniche neuro-muscolari, tecniche cranio-sacrali e kinesiologiche, consigli riguardanti l’ergonomia e la postura, l’attività fisica e lo stato emotivo.

I trattamenti chiropratici sono dolorosi?

No! I trattamenti chiropratici sono indolori, non invasivi e si adattano bene alla persona e ai suoi dolori fisici. Le persone che si affidano alle nostre cure vanno dai neonati ai centenari e, ognuno, riceve trattamenti specifici adatti alla persona, alla condizione e all’età.

Posso essere ‘trattato’ se sono molto dolente/infiammato o è meglio aspettare che passi il dolore?

Assolutamente si. E’ fondamentale essere visitati al più presto per poter ricevere le cure e i consigli più adatti. Molti dei nostri pazienti iniziano il trattamento proprio mentre provano dolore acuto.
Non esistono controindicazioni anche per chi è contemporaneamente in terapia medica per ridurre i sintomi. Numerose ricerche scientifiche dimostrano che la chiropratica aiuta a ridurre il dolore velocemente e velocizza i tempi di recupero.
I nostri dottori curano il paziente e non la malattia quindi ogni approccio è “ad personam” e adatto alla condizione del paziente.

Come faccio a sapere se la chiropratica può fare al caso mio?

Ogni persona è un caso a sé nel proprio contesto!
I dottori dello Studio Mazzini valutano ogni caso specifico molto attentamente e solo in seguito ad un’accurata visita completa potranno comunicare alla persona interessata se sarà possibile iniziare un percorso presso lo Studio Mazzini Chiropractic Center.
In caso contrario il paziente sarà indirizzato a chi compete; lo Studio Mazzini vanta una fitta rete di contatti eccellenti nelle varie professioni mediche, dallo psicologo al nutrizionista al chirurgo.

Mi hanno detto che miei disturbi sono psicosomatici, può essere tutto nella mia testa?

No. I disturbi che affliggono i nostri pazienti hanno origini traumatiche (macro traumi quali incidenti, colpi di frusta o cadute avvenute in tempi recenti  e remoti o micro traumi come posture scorrette a casa o sul posto di lavoro), chimiche (ciò che di sbagliato mangiamo, beviamo e respiriamo) o emotive (stress, preoccupazioni, shock).
Quando però l’organismo è sotto stress per tempi prolungati a causa di dolori cronici, quest’ultimo entra in un circolo vizioso che crea sempre più stress quindi l’apparire di sintomi psico-somatici.
E’ nostro compito e premura identificare le cause che creano stress sull’organismo e trovare una soluzione che sia di lunga durata.

La chiropratica può trattare l’ernia del disco e le protrusioni discali?

Si. Il chiropratico tratta pazienti che soffrono di ernia del disco e/o protrusione discale in modo specifico intervenendo su tutta la colonna vertebrale in modo da scaricare lo stress dal disco colpito da anni.
Molti pazienti che soffrono di ernia del disco, anche multiple, si rivolgono con successo presso il nostro studio evitando così di sottoporsi all’intervento chirurgico.
Ogni paziente è comunque visitato dai nostri Dottori per valutare se e come possa beneficiare della chiropratica oppure se è più indicato riferire il paziente ad un altro operatore sanitario.

Le donne in gravidanza posso rivolgersi al chiropratico?

Si. Le donne in gravidanza possono beneficiare dei trattamenti chiropratici fino alla fase più avanzata della gestazione.
Le donne che si rivolgono a noi sono assistite sia sotto il profilo neuro-energetico sia sotto il profilo biomeccanico dato che la gravidanza porta spesso la persona a soffrire di vari disturbi alla colonna a causa del rapido cambiamento posturale.
Sarà poi compito del chiropratico scegliere e  selezionare le tecniche più appropriate e confortevoli per la paziente.

La chiropratica può essere d’aiuto anche per bambini?

Sì. I bambini dovrebbero essere visitati in primis!
Il 20% dei pazienti del nostro studio è rappresentato dai bimbi. Fin dalla prima infanzia è fondamentale controllare che il bambino cresca in modo corretto e, all’occorrenza, correggere prontamente i vari disequilibri che si vanno creano con la crescita.
Non dimentichiamo che tutti i traumi che i bambini subiscono nel loro quotidiano, vengono memorizzati nella colonna vertebrale!
Le tecniche utilizzate sui bambini sono specifiche e fatte da un’esperta in pediatria quindi molto dolci, mirate a ridurre lo stress e correggere eventuali restrizioni di movimento sulla colonna vertebrale in fase di sviluppo.

Cos’è il trauma da parto? Cos’e’ la malposizione o disallineamento dell’atlante?

Il trauma del parto è responsabile di una serie di disturbi che possono affliggere il neonato fin dai primi giorni di vita come coliche, torcicollo, plagiocefalia (deformazione cranica), otite dell’orecchio medio. Durante il parto, di frequente, si crea in molti neonati un disallineamento permanente della vertebra Atlante (prima vertebra cervicale) e spesso anche dell’Epistrofeo (seconda vertebra cervicale).
La prima vertebra cervicale chiamata Atlante o C1, gioca il ruolo più delicato e allo stesso tempo primario di tutta la colonna vertebrale.
E’ molto importante che la colonna vertebrale dei più piccoli sia controllata fin da primi periodi poiché, se non corretti, i disequilibri vertebrali diventeranno la causa di svariati disturbi in tenera o tarda età.

Inciampo o cado di frequente, La chiropratica è sicura ed efficace anche per i più anziani?

Sì. Tanti dei nostri pazienti si rivolgono a noi per disturbi di equilibrio.
Gli anziani sono più soggetti a dolori neuro-struttturali inoltre vanno assolutamente seguiti per aiutarli ad avere miglior equilibrio, stabilità, forza e lucidità.
Il chiropratico conosce una vasta gamma di tecniche terapeutiche ed è in grado di selezionare quelle più adeguate per le persone di età avanzata. Sebbene le tecniche utilizzate possano risultare più dolci e leggere, esse sono ugualmente efficaci a ripristinare la mobilità articolare, aumentare l’autonomia personale e migliorare lo stile e la qualità di vita.

Soffro di osteoporosi, posso sottopormi ugualmente a dei trattamenti chiropratici?

Si! Il dottore in chiropratica è in grado di prendersi cura dei pazienti che soffrono di osteoporosi ed è in grado di adattare il proprio trattamento e di modificare l’intensità delle sue tecniche al fine di fornire la miglior cura possibile.
Inoltre è abitudine dei nostri Dottori quella di dare consigli sullo stile di vita con l’obiettivo di migliorare lo stato di salute della colonna vertebrale e prevenire ulteriori danni.

La chiropratica può esser fatta a chi ha subito un intervento chirurgico alla colonna?

Sì, con le dovute precauzioni del caso.

Soffro di cicli dolorosi e sindrome premestruale: posso rivolgermi al mio chiropratico?

Sì. E’ stato riscontrato che in diverse occasioni la dismenorrea (ciclo mestruale doloroso) può essere alleviata correggendo le disfunzioni a livello lombare della colonna vertebrale con specifici aggiustamenti chiropratici.
Inoltre, essendo i dolori mestruali spesso legati a livelli di stress (conscio o inconscio) elevati, la chiropratica può essere molto efficace nella cura della persona diminuendo la fonte di stress sull’organismo alleviando le sindromi premestruali.

Quanti trattamenti sono necessari per risolvere il mio problema?

Il numero dei trattamenti richiesti varia da caso a caso.
In generale il trattamento di un qualsiasi problema fisico prevede tre fasi: una prima fase intensiva, dove il chiropratico valuta il paziente e cerca di identificare e correggere le cause del suo problema; una fase intermedia di stabilizzazione e riabilitazione in cui si consolidano i risultati ottenuti anche attraverso la prescrizione di esercizi specifici; una terza fase di mantenimento che ha come obiettivo il benessere a lungo termine e la prevenzione di ricadute.

Ho letto che una volta che il dolore scompare è utile sottoporsi ogni tanto a trattamenti di mantenimento per evitare ricadute?

Il dolore non è un buon indicatore del benessere fisico.
A volte alcuni pazienti sospendono il programma di cura non appena il dolore scompare e sono vittime di ricadute. Praticare regolare attività fisica combinata con trattamenti chiropratici di mantenimento, può garantire un benessere duraturo nel tempo.

Possono collaborare chiropratica e medicina tradizionale?

Assolutamente si, all’interno dello Studio Mazzini lavorano chiropratici e Fisiatra in perfetta sinergia.
Tanti medici di base e specialisti condividono con noi il benessere del paziente e , insieme, ci si occupa di dare il massimo delle proprie competenze per far star bene i pazienti che si rivolgono a noi.

La chiropratica va bene prima e dopo lo sport?

Lo staff dello Studio Mazzini segue molti sportivi, dai professionisti agli amatori.
Molti team e sportivi professionisti utilizzano la chiropratica per due motivi principali, uno è quello della prevenzione cioè di evitare infortuni e stop dalla stagione agonistica, l’altro è quello di aumentare le prestazioni e recuperare prima dagli sforzi muscolari attraverso un maggior equilibrio e coordinamento del corpo.

Perché molti artisti si rivolgono presso lo Studio Mazzini Chiropractic Center?

Seguiamo da anni i ballerini e le ballerine del corpo di ballo della Scala di Milano, Cirque du Soleil, cantanti e attori professionisti
Gli artisti si sforzano fisicamente come anche gli atleti ma, in più, sono molto sensibili e devono essere aiutati a superare i pesanti stress emotivi a cui sono sottoposti.
Spesso troviamo blocchi del diaframma che, oltre a impedire una corretta ossigenazione dell’organismo, possono causare disturbi di reflusso gastrico.
Gli artisti, dopo i trattamenti, oltre a sentirsi meglio fisicamente e psicologicamente, ci riferiscono di riuscire ad essere più sereni e creativi.

Contatti

Studio Mazzini Chiropractic Center

Seguici sui social network

© 2018 Studio Mazzini Chiropractic Center.
Sito web realizzato da Giga Comunicazione | Realizzazione e posizionamento siti web
Foto del sito realizzate da Ritratti.pro

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi